Cambio ai vertici della presidenza nazionale

Dall’8 al 10 gennaio u.s. si è tenuto a Roma il Consiglio nazionale durante il quale si sono tenute le votazioni per il rinnovo delle cariche nazionali.

La Presidente uscente, Anna CAVAZZUTI, che ringraziamo per la passione e la dedizione con cui ha guidato l’Associazione negli ultimi 10 anni, ci offre un breve ritratto della nuova eletta.

L’abbraccio fra Anna e Brunella suggella il passaggio di consegne

La nuova Presidente nazionale è Brunella Campedelli della diocesi di Bologna.

Brunella ha 60 anni, è sposata, ha due figli già grandi e impegnati nel lavoro, il marito dal settembre scorso è in pensione dopo una vita dedicata all’insegnamento.

Brunella collabora da anni col sacerdote, parroco di 3 parrocchie, che ora è direttore della Caritas diocesana. In particolar modo è impegnata per il servizio di segreteria in parrocchia e, oltre all’ascolto, all’accoglienza di quanti bussano alla casa del prete per le varie esigenze, a lei è affidata la gestione economica-amministrativa della scuola materna parrocchiale, privata ma paritaria.

Ha fatto l’esperienza del cambio di parroci, non sempre facile, che l’ha arricchita di esperienza e di saggezza portandola a comprendere che il suo servizio non è semplicemente al prete del momento presente, ma alla Chiesa, alla comunità cristiana.

Brunella ha sempre riconosciuto il bene che ha ricevuto dall’Associazione per il cammino formativo che l’ha aiutata a capire come la presenza del Collaboratore Familiare del Clero debba avere caratteristiche di mitezza, di umiltà, essere strumento di comunione…

In ogni occasione esprime tanta riconoscenza alla mamma del primo sacerdote col quale ha collaborato perché da lei è stata invogliata, quasi obbligata, a frequentare gli incontri dell’Associazione.

In una parola vorrei dire che Brunella rappresenta veramente il ‘nuovo’ volto dei Collaboratori Familiari del Clero, Associazione che riunisce non solo i consanguinei del prete.

Anna riceve l’omaggio floreale di Giampaolo
Una torta per festeggiare

Ora è chiesto a noi tutti di pregare per lei, di aiutarla, sostenerla, accoglierla e ascoltare quanto, per dono di grazia, porterà di vitalità, energia nuova nella Associazione.

Un momento dei lavori

L’Assistente nazionale per il quinquennio che abbiamo davanti a noi, è ancora don Pier Giulio Diaco: questo desideravamo e ci aspettavamo, infatti lui poteva essere confermato per il secondo mandato.